Come vendere online all'estero con il dropshipping

4 Gennaio 2024
Come vendere online all'estero con il dropshipping-cover

Negli ultimi anni, il dropshipping si è affermato come un modello di business di grande rilevanza per le imprese che desiderano entrare nel mondo delle vendite online internazionali. Scopriamo insieme quali sono i vantaggi, gli svantaggi e quali sono i passi da compiere per avviare un’attività di questo tipo.

Il dropshipping è un metodo di vendita al dettaglio ampiamente utilizzato nel commercio elettronico. In questo modello, i venditori non hanno fisicamente in magazzino i prodotti che vendono, i quali vengono spediti ai clienti direttamente dai fornitori o da produttori terzi. Questo significa che i venditori agiscono come intermediari tra i fornitori e i clienti, senza mai dover gestire fisicamente i prodotti, sui quali, nella maggior parte dei casi, guadagnano una commissione.

La principale differenza tra il dropshipping e il modello di vendita al dettaglio online più tradizionale, dunque, risiede nell’assenza di un inventario da parte del venditore. Il fatto che i venditori, noti come dropshipper, possano spedire direttamente i prodotti dal magazzino di un fornitore o di un produttore alla casa del cliente senza dover gestire le operazioni logistiche, consente loro di concentrarsi esclusivamente sugli aspetti commerciali e di marketing della loro attività.

Quanto vale il dropshipping nel mondo?

Secondo le statistiche più recenti di Statista, ci si aspetta che l'industria mondiale del dropshipping raggiungerà quota 243,42 miliardi di dollari nel 2023. Questo sarebbe il primo anno in cui il dropshipping supererebbe i 200 miliardi di dollari di fatturato, registrando una crescita del 23,7% rispetto ai dati del 2022, e puntando a raggiungere i 500 miliardi di dollari entro il 2027. Infatti, le previsioni indicano che questa industry crescerà ad un tasso annuale composto (CAGR) del 27,1% da qui fino al 2031. Ci si aspetta, inoltre, che questo rapporto aumenterà ulteriormente negli anni, con evidenze che indicano una continua e significativa crescita: per il 2024, il mercato del dropshipping è previsto svilupparsi ulteriormente raggiungendo quota 301,11 miliardi di dollari, e 372,47 miliardi di dollari nel 2025.

Inoltre, gli analisti prevedono che il dropshipping varrà 476,1 miliardi di dollari entro il 2026, ovvero oltre 3,5 volte il suo valore registrato nel 2020, con una notevole crescita di 347,5 miliardi di dollari in soli sei anni.

Vantaggi del dropshipping

Il dropshipping offre diversi vantaggi alle imprese che desiderano approdare a questo modello di business:

  • basso capitale iniziale: il principale vantaggio del dropshipping è la possibilità di avviare un'attività di e-commerce senza dover immobilizzare ingenti somme per un inventario di prodotti, riducendo così il rischio finanziario iniziale;
  • facilità di avvio e gestione: gestire un'azienda di e-commerce è molto più semplice quando non si devono gestire fisicamente i prodotti. Non ci sono infatti preoccupazioni relative a magazzini, confezionamento, spedizione o gestione degli ordini;
  • costi operativi ridotti: poiché non è necessario acquistare un inventario o gestire un magazzino, i costi operativi sono generalmente più bassi rispetto a un'azienda di vendita al dettaglio tradizionale;
  • controllo completo sulla promozione dei prodotti: i venditori hanno la libertà di promuovere il loro negozio e di decidere le strategie di marketing e i prezzi da applicare, senza alcuna interferenza esterna da parte del produttore;
  • flessibilità: un'azienda di dropshipping può essere gestita da qualsiasi luogo con una connessione Internet, offrendo una notevole flessibilità agli imprenditori. Inoltre, non avendo stock di magazzino immobilizzato è possibile modificare velocemente l’offerta di prodotti online seguendo i trend di mercato;
  • facilità di testare nuovi prodotti: il dropshipping è un metodo efficace per testare nuovi prodotti sul mercato senza impegnarsi in grandi quantità di inventario;
  • varietà di prodotti: poiché non è necessario acquistare prodotti in anticipo, è possibile vendere una vasta gamma di articoli, aumentando il potenziale di guadagno;
  • scalabilità: potendo contare su un ampio numero di fornitori, è possibile accettare un numero maggiore di ordini senza dover aumentare l'inventario, la gestione e le spedizioni;
  • copertura geografica potenzialmente illimitata: potendo selezionare fornitori provenienti da qualsiasi parte del mondo, il dropshipping può fornire accesso a un mercato globale senza dover gestire complessi processi di spedizione e pratiche doganali.

Svantaggi del Dropshipping

Tuttavia, il dropshipping presenta anche alcuni svantaggi che le imprese dovrebbero prendere in considerazione prima di avviare un business di questo tipo:

  • alta concorrenza: poiché molti venditori possono offrire gli stessi prodotti, la concorrenza è elevata, il che può ridurre notevolmente i margini di profitto;
  • margini di profitto ridotti: i margini di profitto, infatti, tendono ad essere più bassi rispetto ai modelli di business tradizionali, poiché i venditori devono acquistare i prodotti a un prezzo di vendita fissato dai fornitori;
  • complessità della spedizione: la spedizione può essere complicata quando i prodotti vengono forniti da fornitori diversi, con costi di spedizione multipli nel caso di acquisti contenti articoli provenienti da due fornitori distinti;
  • problemi di qualità: i fornitori di bassa qualità possono causare problemi legati a spedizioni errate, confezioni inadeguate e prodotti di scarsa qualità;
  • limiti di personalizzazione e branding: i venditori in dropshipping hanno scarso controllo sui prodotti stessi, che spesso sono progettati e brandizzati esclusivamente dai fornitori.

Come vendere all’estero con il Dropshipping

Nonostante questi limiti, il dropshipping può rappresentare una strategia di business di successo per vendere sui mercati internazionali, se accompagnata da una pianificazione attenta e un'attuazione oculata.

Per avviare un'attività in dropshipping orientata verso i mercati esteri, il primo passo è selezionare un settore di nicchia che abbia una domanda internazionale. La nicchia dovrebbe essere sufficientemente specifica da ridurre la concorrenza. Prodotti poco attraenti o di bassa richiesta potrebbero non generare vendite. La chiave del successo sta nell'identificare prodotti che i clienti sono più propensi a comprare.

Inoltre, è importante considerare gli aspetti legati alle spedizioni, alle tasse e alle normative fiscali internazionali.

Un altro elemento di fondamentale importanza è la ricerca di fornitori affidabili: è indispensabile controllare le loro recensioni, i termini di pagamento e le politiche di spedizione. Questo è un passo fondamentale per stabilire una solida catena di approvvigionamento e per garantire una buona esperienza ai clienti internazionali.

Dopodiché è possibile configurare il proprio negozio online o creando un proprio sito web oppure utilizzando una piattaforma di e-commerce che supporta il dropshipping, assicurandosi che il sito sia facile da navigare e offra un'esperienza utente positiva.

Altrettanto importante è implementare strategie di marketing efficaci per raggiungere i clienti internazionali. Questo può includere l'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), pubblicità online, social media marketing, e-mail marketing, e altro ancora.

Infine, bisogna essere preparati ad affrontare e gestire molteplici sfide, come tempi di consegna variabili, possibili errori di consegna o questioni legate ai resi. La gestione di questi aspetti in modo professionale, attraverso un efficiente sistema di assistenza ai clienti, è fondamentale per mantenere una buona reputazione.

In conclusione, il dropshipping offre opportunità di business interessanti, ma richiede attenzione ai dettagli, ricerca accurata di fornitori affidabili e, soprattutto, un'efficace strategia di marketing per raggiungere il successo nelle vendite online. La sua popolarità in costante crescita lo rende un modello di business degno di considerazione per le imprese che desiderano espandersi nel mondo dell'e-commerce oltre i confini nazionali.

 Come vendere online all'estero con il dropshipping-infografica